La malattia

La scelrosi multiplaLa sclerosi multipla è una malattia neurologica cronica, auto-immune e progressivamente invalidante: colpisce il sistema nervoso centrale, cioè il cervello, il midollo spinale e i nervi ottici. Fra le malattie di origine neurologica, la sclerosi multipla è quella che provoca il maggior numero di disabili.
La malattia causa danni alla mielina, il rivestimento protettivo che circonda le fibre nervose, interferendo con lo scambio di messaggi fra il cervello e le altre parti del corpo. I danni provocati dall’attacco alla mielina lasciano delle cicatrici nel tessuto del sistema nervoso centrale, da cui “sclerosi” e “sclerosi a placche”.

I malati di sclerosi multipla nel mondo sono circa 2,5 milioni, in Europa 520.000, in Italia 58.500 ovvero 1 ogni 1.026 abitanti, con un rapporto di 1 ogni 700 abitanti solo in Sardegna.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la sclerosi multipla è una delle malattie socialmente più costose, poichè colpisce giovani adulti, all’inizio della loro vita lavorativa e sociale.
Ogni anno nel nostro Paese si registrano 1.800 nuovi casi.

Non sono ancora note le cause della sclerosi multipla. Sembrano implicati fattori genetici ai quali si aggiunge un fattore ambientale, forse virale, che induce il sistema immunitario ad aggredire la mielina. Al momento sono disponibili vari trattamenti che riducono il progredire della malattia.

Ogni paziente deve essere valutato singolarmente dal proprio neurologo e fisioterapista al fine di determinare un programma terapeutico appropriato ed individuale.