La LISM realizza un nuovo progetto a Chieti

L’ obiettivo è di realizzare una struttura di oltre 200 mq dedicata,ma in effetti abbiamo già acquistato un Terreno di 2.970 mq: un’area a Centro Ricreativo e un’area adibita a Centro Fisioterapico Riabilitativo, modernamente arredato da permettere ai malati di usufruire di un’ottima Fisiokinesiterapia.

UN CENTRO FISIOTERAPICO RIABILITATIVO IN ABRUZZO (CHIETI)

Vogliamo aiutare la persona disabile a valorizzare le sue capacità tali da coinvolgerla nell’elaborazione di un suo progetto.

Un Centro Fisioterapico per malati di Sclerosi Multipla e malattie affini. Un aiuto concreto.

La nostra intenzione è di creare un punto di riferimento, al quale ogni malato possa rivolgersi per le terapie riabilitative, nel quale si senta accolto, sostenuto ed accompagnato.

Le terapie riabilitative permetteranno ai malati di esercitare i muscoli allo scopo di mantenere e migliorare le funzioni motorie residue, ostacolare l’insorgenza di complicazioni, alleviare i dolori della malattia, diminuire i disturbi di respirazione e la fatica. Le terapie che verranno applicate saranno differenti e personalizzate per ogni paziente.

All’interno del Centro Riabilitativo è prevista la presenza di un fisiatra, fisioterapisti e uno psicologo che potrà fornire sostegno ai malati e alle famiglie.

La fisioterapia, quando prescritta dal medico di base, è considerata obbligatoria dal sistema sanitario nazionale. Il costo previsto per l’arredamento del Centro Fisioterapico Riabilitativo è di 20.000,00 euro.

IL CENTRO RICREATIVO

Il Centro Ricreativo è una struttura con un’area Polivalente, di sostegno, di socializzazione e di aggregazione.

A tal proposito LISM vuole organizzare due laboratori di informatica che portino i malati ad acquisire competenze riguardo le nozioni di open office e dei social network.

Ci proponiamo, con tecnologie informatiche, di far acquisire l’autonomia perduta a causa della degenerazione della malattia.

Il computer permette di svolgere attività quotidiane che con la disabilità diventano impossibili da svolgere autonomamente.

Col sopraggiungere delle difficoltà motorie, anche pagare le bollette, avere cura del proprio conto corrente bancario deve essere relegato a una persona vicina.

Il computer li rende autonomi; inoltre  tramite i social network i disabili hanno la possibilità di mantenere le relazioni sociali che a causa della malattia spesso vengono interrotte.

Gli strumenti tecnologici grazie all’utilizzo delle webcam e delle chat danno la possibilità di evitare i casi di abbandono e isolamento legati alle difficoltà di movimento.

Per la realizzazione del progetto abbiamo bisogno di computer adatti alle difficoltà dei nostri ammalati.

 

Il costo previsto è di: 30.000,00 euro